Oscars 2020

C’è soltanto una sera all’anno in cui vale la pena fare l’alba davanti alla tv: quella degli Oscar. La stagione dei premi cinematografici raggiunge il suo culmine ogni primo weekend di febbraio, facendo ordine su impressioni, emozioni contrastanti e giudizi parziali che si sono rincorsi nei mesi precedenti.

23821e9fe903eb677b176686b611ca72

Margot Robbie in Chanel

Se storicamente i Festival del Cinema, Cannes due spanne sopra tutti gli altri, offrono pellicole di contenuto ed eccellenza dal respiro internazionale, la macchina hollywoodiana si impone con il pugno d’oro dell’ Academy, mostrando tutta la compattezza di un sogno americano che non svanirà mai, ma che questa volta sembra aver fatto un intelligente passo indietro.

97ca181ee49ac6a499da8cd92165386e

Joon-ho Bong

 

We use only one language: cinema.

Joon-ho Bong, Cannes 2019

 

L’ edizione 2020 entra di diritto nella storia perchè a vincere la statuetta di Best Picture è una produzione straniera non in lingua inglese che si aggiudica anche miglior regia, sceneggiatura e film internazionale. Se proprio dobbiamo essere pignoli, era già accaduto per il francese The Artist nel 2012, peccato si trattasse di un film muto 😉

6514069732e0b8b6885debb9e4a6a52b

Rooney Mara in Alexander McQueen

Certo con un po’ di malizia si potrebbe dire che, in un momento storico di fobia orientale da Corona Virus, il politically correct della giuria ha voluto far trionfare l’Asia sul palco  del Dolby Theatre: resta il fatto che Parasite è un film bellissimo, probabilmente il migliore, insieme al grande escluso 1917, tra i candidati della notte scorsa.

GettyImages-1199766895

Oscars 2020

Già, la notte scorsa…Finalmente, dopo tante edizioni approssimative, si è tornati alla pura bellezza del cinema.

e833594d7a6f2ab5552d8ae58497e16a

Scarlett Johansson in Oscar De La Renta

Il red carpet ci ha subito fatto intuire che era il momento di abbandonare troppe inutili stravaganze, per elevare l’atmosfera con un elegantissimo nero, liberato dal messaggio #MeToo delle cerimonie del 2018, ed un liquid gold sempre perfetto per le occasioni più importanti.

17dc85fb05e7d1471c000966303ba71b

Natalie Portman in Dior

Uno stile senza tempo, quindi, come i premi assegnati alle interpretazioni: quattro performance che segnano la giusta consacrazione di carrirere altalenanti, difficili, incomprese ma sempre di talento.

GettyImages-1205204499

Charlize Theron in Dior

C’è Brad Pitt, miglior non protagonista di Once Upon A Time in Hollywood, il cui ruolo è la summa di tutto ciò che l’ha lanciato nell’Olimpo delle star: dal cowboy di Thelma e Louise, al disperato di Kalifornia, passando per il fascino di Vento di Passioni e Intervista Col Vampiro fino all’impenitenza di Fight Club, nell’anno della sua rinascita sentimentale e lavorativa.

415a5f4e2d95c474e24a4db5a8e477b8

Brad Pitt in Brioni

 

C’è l’eterna comprimaria Laura Dern, che ha raggiunto lo stato di grazia a cinquant’anni, segnando il passo delle donne di oggi, combattenti ed indipendenti con ruoli da applauso per la serie Big Little Lies e per il film Marriage Story per cui stanotte è stata lei la miglior non protagonista.

1c37567f913c7bc7662b331768e7894b

Laura Dern in Armani Privé

 

Renée Zellwegger si è liberata definitivamente del personaggio di Bridget Jones che per anni le ha insabbiato la carriera e ha sepolto la sua identità sotto i chili di troppo: finalmente è tornata, sempre camaleontica ma un po’ più reale,almeno nei sentimenti, per essere sullo schermo Judy Garland ed in questo 2020 la miglior attrice protagonista.

GettyImages-1205140991

Renée Zellweger in Armani Privé

Da quando sono bambina ho sempre letto il tormento dei suo occhi sfuggenti, il bipolarismo ossessivo dei suoi ruoli migliori (tutti) come il peso inconfessabile che Joaquin Phoenix si porta appresso dal 1993 quando River se n’è andato.

fa020742fca229de632e86809a3ff671

Joaquin Phoenix

La morte tragicamente prematura di suo fratello, la più grande promessa di Hollywood degli anni ’90,ha segnato ogni singolo gesto, ogni scelta dell’attore che oggi ha portato all’Oscar un personaggio della DC Comics, come l’ombra lunga di un segreto inconfessabile: cosa sarebbe stato di me se lui fosse ancora vivo?

Dopo tanti riconoscimenti ed altrettanti discorsi, finalmente stanotte il dolore si è alleviato, l’emozione ha tradito la voce e qualche lacrima, mentre Joaquin ringraziava citando le parole dello stesso River:

Run to the rescue with love and peace will follow

 

Sempre.

9d7b08ee8661045020cc6d648cc8fd02

Rooney Mara and Joaquin Phoenix Oscars After Party 2020

Un pensiero su “Oscars 2020

  1. Pingback: The Politician | Mardou' s Thinking About Shoes

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...